ACQUE BIOLOGICHE PER ABITAZIONI

  •     Potabilizzazione mediante Cloro
  •     Biossido di cloro
  •     Ozono
  •     Argento ionico

DEPURAZIONE:

  • Filtrazione
  • Anticalcare
  • Purificazione organolettica
  • Sanificazione antilegionella
  • Potabilizzazione acque di pozzo e acque piovane
  • Potabilizzazione mediante cloro, biossido di cloro, ozono, argento ionico.
  • Purificatori acqua  sottolavello  a carboni attivi  argentizzati osmosi inversa

- APPARATI E SOLUZIONI GIA' PRONTE O SU MISURA -

PORTABILIZZAZIONE: STERILIZZAZIONE  ACQUA  MEDIANTE  OZONO

Gli acquedotti moderni fanno enormi sforzi per portare l'acqua alla potabilità con i valori richiesti dalla legge vigente e con controlli plurigiornalieri, molto severi, molto più severi e frequenti anche di quelli effettuati alle acque minerali vendute in bottiglia, quindi: le acque potabili fornite dagli acquedotti, anche se contengono  tracce di tutti gli inquinanti possibili, sono sicuramente affidabili, sia chimicamente che batteriologicamente, perché i parametri non superano mai i valori imposti dalle leggi. L'acqua dopo essere filtrata e disinfettata viene clorata appunto perché rimanga protetta lungo le tubazioni fino all'utente per l'utilizzo.

ATTENZIONE PERO': Le società degli acquedotti sono responsabili soltanto fino al contatore dell'acqua.
Dal contatore fino ai rubinetti degli utenti sono responsabili gli utenti stessi nella persona dell'amministratore dello stabile, dell'albergo o del presidio ospedaliero. Il presente serve per rendere edotti gli amministratori responsabili, di quanto segue:
L'acqua potabile anche se clorata non potrà mai essere completamente priva di microbi, (l'acqua sterile può esistere soltanto in laboratorio, contenuta in provetta, sterile essa stessa, e senza ossigeno). per cui appena trova un po'' di calma, magari nella vasca di stoccaggio, questi microbi si possono moltiplicare, ed alcuni tipi di batteri poi, sono resistenti al cloro, un esempio: il batterio della “LEGIONELLA”, (Terrore degli ospedali e degli alberghi), la quale oltre che a sopravvivere ad una concentrazione di 4 – 5 ppm di cloro (la legge impone, per l’acqua potabile, di non superare all'utilizzo, la concentrazione di 0,2 ppm) ha imparato a difendersi anche oltre, per cui quando riesce ad “incistarsi”, anche una concentrazione di 50 ppm non riesce a distruggerla. Le ditte specializzate nelle bonifiche hanno messo a punto dei sistemi di sanificazione molto potenti: iperclorazioni a valori superiori a 50 ppm,- aumenti della temperatura ad oltre 65 °C,- Biossido di cloro, ma questi sono trattamenti da effettuarsi a shock periodicamente, dopodiché (pochi giorni) la colonia batterica si riforma. Per ovviare a questo grande pericolo, 

Delca ha messo a punto un sistema di disinfezione da applicare alla vasca di accumulo utilizzando “OZONO”, Il più potente disinfettante che esista  ed in più senza sottoprodotti nocivi; l'unico disinfettante in grado di distruggere la LEGIONELLA anche se incistata, in tal modo quando la sanificazione a shock è stata bene effettuata, (la delca la può effettuare anche con ozono), l'acqua immessa nelle tubazioni sarà sicuramente priva di qualsiasi tipo di batteri,- o virus,- muffe,- Alghe,- ecc. eliminando completamente in tal modo il pericolo del risvilupparsi di nuove colonie batteriche. Da zero prolifera zero.
Beneficiari di questo sistema sono: Ospedali,- Alberghi,- Condomini,- acquedotti,- case private,- ecc.

Tali impianti sono costruibili per varie capacità e portate: a cominciare da 100 lt al giorno fino a 120.000 lt /giorno (per il momento) Una volta installato e attivato, funzionerà automaticamente per lunghi anni. Nessun prodotto chimico da immettere, sarà sufficiente un controllo periodico e la sostituzione della Cartuccia Filtro quando la pressione differenziale ne evidenzierà la necessità.

L’acqua ozonizzata è anche buona da bere perché arricchita di ossigeno.

9 GARANZIA STRUTTURALE
I depuratori DELCA sono garantiti contro ogni difetto o vizio costruttivo. Sono inoltre coperti da assicurazione contro eventuali danni che tali difetti dovessero provocare all’acquirente.
Tutti i componenti dell’impianto hanno garanzia di anni due estesa in modo Pro-Rated fino a 36 mesi.
 

 

 

 

 

 

ADUXADDOLCITORI A SCAMBIO IONICO

La necessità di impiegare, sia per usi industriali che civili, acque di varie provenienze, (fiumi, laghi, pozzi, ecc.) ha portato all’immissione negli acquedotti , di acqua con alto contenuto di Calcio e Magnesio, ormai nota a
tutti sotto la definizione di “acqua dura”. La durezza, in Italia viene normalmente misurata in Gradi Francesi (°F)

IL CALCARE

I Sali di calcio e magnesio contenuti nell’acqua dura, precipitando formano all’interno delle tubazioni depositi calcarei che progressivamente riducono e poi impediscono il passaggio dell’acqua.Questi processi, le cui conseguenze in termini economici possono essere assai rilevanti, si verificano normalmente, anche se in misura più o meno evidente, a seconda della maggiore o minore durezza dell’acqua utilizzata.

I vantaggi dell’acqua addolcita

L’addolcitore sottrae all’acqua, eliminandoli, i Sali di calcio e di magnesio, facendo si che la stessa possa essere utilizzata senza più gli inconvenienti causati dal calcare.

  • NEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO la precipitazione del calcare, che è favorita dall’aumento della temperatura dell’acqua, determina una graduale e progressiva riduzione dello scambio termico. I fasci tuberi delle caldaie sono soggetti ad un rapido deterioramento. Per mantenere accettabili i livelli termici è necessario aumentare il consumo di combustibile.
  • NEI CIRCUITI DI RAFFREDDAMENTO, negli scambiatori, nei macchinari sottoposti a refrigerazione, nelle torri di raffreddamento.
  • NELLE LAVANDERIE: in un’acqua dura, parte del detersivo verrà ridotto anche del 50-70%. I Sali ci calcio e magnesio contenuti nell’acqua dura, impregnano le fibre, nell’asciugatura l’acqua evapora e se ne va, ma il calcare rimane e oltre che infeltrire le fibre, le ingrigisce.
  • NEI PROCESSI TECNOLOGICI che prevedono utilizzi di acqua senza interferenze dovute al calcare.

 

Perché l’addolcitore

  • Rendimenti elevati e costanti degli impianti di riscaldamento, di Raffreddamento, di produzione del vapore.
  • Risparmio nei consumi energetici perché non si forma più la pellicola di calcare isolante sulle superfici degli scambiatori.
  • Aumento della durata delle tubazioni di acqua calda e fredda.
  • Maggior durata ed efficienza delle resistenze elettriche dei boilers,delle lavabiancheria, delle lavastoviglie.
  • Riduzioni consistenti nei consumi di detersivi e ammorbidenti.
  • Minor inquinamento ambientale delle acque superficiali poiché si riduce drasticamente il consumo in detersivi e ammorbidenti

SCARICA IL PDF COMPLETO

 

MULTIMAG (Calcarion MGN 1): Anticalcare elettromagnetico

 Il problema più sentito dell'acqua, alle nostre latitudini è la grande  presenza di Carbonato di Calcio che tende a

 precipitare in cristalli triangolari che formano le incrostazioni  calcaree: Questo fenomeno, produce:
 CALCIFICAZIONE e anche CORROSIONE

 I BENEFICI RISCONTRABILI INSTALLANDO MGN NELLA CASA
 Abbiamo visto i problemi che ci procura l'acqua dura nella casa.  Questi problemi, oltre che gravare sulla qualità della nostra vita,  costano molto denaro che si spende in:  riparazioni, rinnovamento  prematuro di installazioni ed elettrodomestici, consumo di detersivi, saponi, anticalcarei e un maggiore importo delle fatture d'acqua e di energie (gas, elettricità, gasolio).
Come già sappiamo, le acque naturali fornite dalla rete generale per il consumo umano e industriale contengono sali disciolti. I più comuni sono i bicarbonati, cloruri, solfati e nitrati di calcio e di magnesio. Scaldando l'acqua i bicarbonati formano i carbonati, che sono relativamente insolubili, precipitando in forma di cristalli e producendo quelle che conosciamo come "incrostazioni". Le incrostazioni minerali sono buoni termoisolanti, per questo si paga una maggiore fattura energetica. Inoltre danneggiano in modo notevole gli elettrodomestici che lavorano con l'acqua arrivando anche a renderli inutilizzabili. . ("Uno spessore di incrostazione di due mm riduce la trasmissione di calore di un 30% circa").

 SCARICA IL PDF COMPLETO

 

Altri ancora...

CHIAMATECI PER INFORMAZIONI